Credem intende assumere 35 laureati in ambito IT e dati entro metà 2022

Credem, attraverso nuove assunzioni, desidera implementare l’innovazione e rafforzare il percorso che pone i dati al centro della strategia

Entro la prima metà del 2022 Credem inserirà 35 nuove risorse in ambito information technology, data science e project management. Si tratta di ruoli dedicati in particolare a laureati in materie come ingegneria, matematica, informatica, fisica, statistica (le cosiddette lauree STEM).

Gli obbiettivi di Credem

L’intento è quello di porre un forte accento su innovazione, trasformazione digitale, evoluzione di processi e procedure, oltre a rafforzare ulteriormente il percorso che mira a porre i dati sempre più al centro della strategia.

Le assunzioni si aggiungono alle 25 realizzate dall’inizio dell’anno in tale ambito e porteranno a 60 il totale degli inserimenti all’interno della nuova area aziendale che riunisce sotto un unico coordinamento le funzioni dei sistemi informativi, dell’organizzazione, dell’innovazione di Credem e Credemtel, la società del Gruppo specializzata nei servizi digitali (Area Futuro).

Tale area, che ad oggi accoglie 470 professionisti del settore con un’età media di 42 anni di cui il 31% donne, ha l’obiettivo di stimolare l’innovazione, accompagnare lo sviluppo dei servizi aziendali in ottica di sostenibilità, far evolvere l’organizzazione con nuovi modelli organizzativi ed avere una vista sul mercato di riferimento.

Il ruolo di Area Futuro e e opportunità per i giovani

Francesco Reggiani, Coordinatore di Area Futuro di Credito Emiliano, ha dichiarato: “Con la creazione di Area Futuro abbiamo voluto aumentare le sinergie e la collaborazione tra Sistema Informativo, Organizzazione, Innovation Unit e Credemtel. Questo per accelerare la trasformazione digitale del nostro Gruppo e offrire servizi e soluzioni innovative e semplici ai nostri clienti.”

Il Coordinatore di Area Futuro Credem ha poi aggiunto: “Le opportunità di crescita e apprendimento sono molteplici, sia per giovani alla prima esperienza lavorativa, che per esperti di settore, che vogliano mettersi in gioco in una realtà, come la nostra, che da sempre si caratterizza per innovazione ed evoluzione tecnologica. Particolare attenzione è posta alla formazione delle persone che entrano in Credito Emiliano, sia attraverso l’esperienza sul campo che tramite percorsi dedicati ai singoli ruoli. Attività come quella della gestione progettuale, della programmazione e dell’analisi dati sono fortemente propensi ad un rapido cambiamento di scenario e l’obiettivo di Credito Emiliano è quello di mantenere un costante aggiornamento sulle nuove tecnologie, sui nuovi processi e l’evoluzione digitale”.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Ricerca del lavoro online: cosa è cambiato nell’anno del covid

Ricerca del lavoro online: cosa è cambiato nell’anno del covid

Dall’analisi di Semrush è “bonus per disoccupati” (+2.198%) la ricerca con il maggior incremento, insieme …

Lascia un commento

Oppure