Home / Università / SAP con la School of Entrepreneurship & Innovation lancia la sfida “CleanTech” agli studenti universitari
SAP con la School of Entrepreneurship & Innovation lancia la sfida “CleanTech” agli studenti universitari

SAP con la School of Entrepreneurship & Innovation lancia la sfida “CleanTech” agli studenti universitari

L’azienda sostiene SEI nel programma dedicato ai protagonisti dell’innovazione tecnologica che nell’arco di 12 mesi porterà oltre 30 studenti universitari a sviluppare un prodotto hi-tech con il supporto degli esperti SAP e a lanciare la propria startup innovativa

Continua l’impegno di SAP Italia nel sostenere la formazione degli studenti universitari attraverso collaborazioni attive con le principali istituzioni accademiche nazionali. Questa volta la partnership vede SAP offrire i propri strumenti, competenze ed esperti alla School of Entrepreneurship & Innovation (SEI), istituto che ha l’obiettivo di promuovere la propensione all’imprenditorialità degli studenti universitari, attraverso momenti di formazione in aula, esperienze operative nel mondo delle imprese innovative e testimonianze di imprenditori, investitori e professionisti.

La collaborazione prevede la partecipazione di SAP al programma SEI Pioneer con l’assegnazione di una challenge che coinvolgerà un team di ragazzi impegnati a sviluppare una soluzione innovativa high tech per l’azienda che seguirà successivamente lo sviluppo del prodotto affiancando al gruppo di giovani talenti un tutor esperto e mettendo a disposizione le migliori best practice maturate su casi reali.

Protagonisti dell’innovazione, la sfida CleanTech

Il progetto Pioneer si svolge nell’arco di 12 mesi durante i quali 30 studenti delle scuole d’eccellenza dell’ASP e del Collegio Einaudi, con alcuni studenti dell’associazione SEIPlus sviluppano un prodotto high tech guidati da una grande azienda, per poi lanciare la loro startup. Quest’anno, 33 ragazzi sono stati selezionati con cura in base al loro eccezionale merito e passione per l’innovazione.

La challenge di SAP, il cui titolo è “CleanTech”, vedrà gli studenti impegnati a realizzare una soluzione che aiuterà le organizzazioni a ottimizzare l’utilizzo delle risorse naturali, a realizzare modelli di economia circolare e a ridurre al minimo l’impronta di gas serra dei propri prodotti. Questo è in linea con l’impegno di SAP di aiutare le aziende a usare soluzioni software e tecnologie innovative per raggiungere i loro ambiziosi obiettivi per la tutela dell’ambiente avviando azioni responsabili e diventando a loro volta agenti di un cambiamento positivo. Ad esempio lo scorso giugno SAP ha lanciato il programma Climate 21, per supportare le aziende a gestire la propria “green line” raccogliendo dati, valutando iniziative e quindi agendo sulla base della propria impronta di emissioni di CO2 lungo tutta la catena di approvvigionamento e di valore.

“La pandemia ha dimostrato che ogni azione presa a livello locale ha conseguenze globali e ha evidenziato il ruolo unico delle aziende nell’accelerare iniziative di business sostenibili”, ha dichiarato Carla Masperi, Chief Operating Officer di SAP Italia e Grecia. “Per guidare la transizione verso un’economia circolare, la sostenibilità, che considera gli impatti di un’impresa a livello finanziario, economico, ambientale e sociale, rappresenta un elemento sempre più differenziante perché è in grado di guidare in modo olistico l’organizzazione verso nuovi vantaggi competitivi. Siamo molto lieti quindi di collaborare con SEI su questi temi per contaminare lo spirito imprenditoriale di giovani talenti che saranno presto protagonisti del nostro sistema economico”.

Nei prossimi dodici mesi, i team che parteciperanno a SEI Pioneer verranno supportati da SEI in questo entusiasmante percorso di sviluppo di prodotti innovativi. Ogni Pioneer apprenderà la metodologia agile, la value engineering, la user validation e la prototipazione, prima di giungere al culmine della prima parte del progetto, che prevede una sessione di pitching con i consulenti SAP.

La seconda metà del programma vedrà invece coinvolti i gruppi di lavoro nella creazione di una vera e propria startup innovativa. Questa fase si concluderà nel giugno 2021 con una presentazione pubblica in cui i piani di sviluppo delle startup saranno presentati a investitori, aziende, imprenditori e partner.

Andrea Griva, Presidente di SEI, ha dichiarato: “Per una scuola che aiuta i giovani a sviluppare nuove idee di impresa, la collaborazione con aziende consolidate e dinamiche è fondamentale, perché consente di unire la creatività di giovani talenti con l’esperienza di chi opera da anni sul mercato. La challenge che SAP ha lanciato ai nostri studenti è accattivante e giunge al momento giusto: il CleanTech sta diventando centrale per ogni attività economica e noi siamo pronti a raccogliere la sfida per trovare soluzioni capaci di coniugare sostenibilità e innovazione”.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Arriva in Italia NumWorks, la calcolatrice grafica collaborativa per gli studenti di domani

Arriva in Italia NumWorks, la calcolatrice grafica collaborativa per gli studenti di domani

Dal design elegante e dalle funzionalità intuitive, NumWorks è uno strumento più evoluto rispetto alle …

Lascia un commento

Oppure