Home / Lavoro per universitari / Lavoro: cresce la richiesta di programmatori
Lavoro: cresce la richiesta di programmatori

Lavoro: cresce la richiesta di programmatori

I risultati di una Ricerca sul mercato degli sviluppatori in Italia. Ecco i profili più richiesti

Experis – brand di ManpowerGroup, leader in 54 paesi nella Ricerca e Selezione del personale, sviluppo di Career & Skills, Consulenza e Project Solutions – presenta i risultati di una Ricerca sul mercato degli sviluppatori in Italia: una bussola per i professionisti IT, ma anche una mappa di sintesi delle tecnologie utilizzate ad oggi.

Potendo contare sulla consolidata esperienza dei professionisti di Experis, la Ricerca è il risultato di un’analisi del mercato del lavoro nel settore IT in tutta Italia, che parte dallo studio delle necessità delle aziende-clienti, dai curricula vitae e dalle competenze dei candidati analizzati e dai progetti attivati negli ultimi 18 mesi. I professionisti di Experis hanno così fotografato lo scenario degli sviluppatori in Italia, in relazione alla richiesta sul mercato e all’innovatività del linguaggio utilizzato.

Emerge dunque uno scenario composto da quattro diversi quadranti in cui vengono suddivise le tecnologie e i profili professionali presenti sul mercato.

LEGENDA

Le richieste del mercato oggi sono concentrate su alcune figure professionali che possiamo classificare per funzione:

  • FRONT END DEVELOPER & MOBILE DEVELOPER: sviluppa parte dell’interfaccia dei siti con cui gli utenti interagiscono.
  • BACK END DEVELOPER: realizza la struttura (il “server”) che nessuno vedrà durante la navigazione ma che, al tempo stesso, si nota subito quando qualcosa non funziona.
  • FULL STACK DEVELOPER: racchiude in sé (anche se non con la stessa “intensità”) le competenze delle figure professionali precedenti
  • DATA SCIENCE – MACHINE LEARNING DEVELOPER: data analyst, data engineer, data scientist.
  • ENTERPRISE APPLICATION: SOLUTION DEVELOPER: alle competenze tecnologiche sulla programmazione e sulla particolare soluzione si unisce anche una competenza funzionale relativa al campo di applicazione della soluzione stessa.

Emerge dunque uno scenario in continua evoluzione e caratterizzato da un alto grado di complessità dal punto di vista delle tecnologie utilizzate e della velocità con cui le stesse tecnologie diventano obsolete.

Lo scenario del mondo degli sviluppatori è molto complesso ed è costituito da professionisti ad alta specializzazione sia in settori innovativi, sia in comparti più tradizionali. Oggi le aziende sono sempre più alla ricerca di figure che possano accelerare il processo di digital transformation, che si è reso ancora più necessario con l’emergenza Covid-19, e tra i profili professionali più ricercati sul mercato ci sono proprio i programmatori.

I linguaggi di programmazione sono numerosi (Java, .NET, Python, PHP, …) e così specializzati che non possono essere sostituiti in funzione delle attività sviluppate. Diversi sono i framework, gli approcci architetturali e le strategie (microservizi, devops, nativo/ibrido..) in grado di sviluppare i layout di una stessa soluzione (frontend, backend, mobile), molteplici sono gli applicativi che vengono usati all’interno delle aziende e che necessitano di integrazioni e personalizzazioni (Salesforce, SAP, …) e ancora plurime sono le “innovazioni nell’innovazione” come ad esempio i processi di apprendimento automatico o “Machine Learning”.

In questo settore diventa dunque fondamentale l’esperienza di Experis, in grado di offrire una consulenza altamente specializzata alle aziende clienti e capace di orientare i talenti in un mondo complesso ed in continua evoluzione.

Di seguito in sintesi le caratteristiche, in sintesi, dei quattro quadranti:

  • “JUST DO IT” (RICHIESTA MEDIO-ALTA e INNOVAZIONE MEDIO-BASSA): area che comprende tecnologie con un grado di innovazione medio-basso (C++, Java, PHP, IBM, ADOBE, LIFERAY, EBS,. NET)
  • “CLASSIC” (RICHIESTA MEDIO-BASSA e INNOVAZIONE MEDIO-BASSA) area che comprende tecnologie tradizionali con lunga storia, ovvero piattaforme di mercato, verticali ma con utilizzi inferiori rispetto ad altre (Cobol, Matlab, Magento, Drupal).
  • “COOL”( RICHIESTA MEDIO-ALTA e INNOVAZIONE MEDIO-ALTA) area che comprende tecnologie con un grado di innovazione medio-alto (Android, SAP, Hybrid Mobile Dev, Node.js, Microsoft, React, Tensorflow, Microservizi, Salesforce, Ios, Angular).
  • “JUST BELIEVE IT”:( RICHIESTA MEDIO-BASSA e INNOVAZIONE MEDIO-ALTA), area che comprende tecnologie con un grado di innovazione medio-alto (Oracle, Pyton, Vue).

Potrebbe interessarti

Guarda anche

LinkedIn dà alcuni consigli per lavorare da remoto

I consigli di LinkedIn per lavorare da remoto in questo periodo con i propri figli …

Lascia un commento

Oppure