Home / Stile di vita universitario / Le innovazioni tecnologiche che cambieranno il mercato del real estate

Le innovazioni tecnologiche che cambieranno il mercato del real estate

La tecnologia applicata al settore del real estate, la così detta “proptech”, può rivelarsi una soluzione efficace alle crescenti esigenze della popolazione

Oggi la domanda di alloggi è di gran lunga superiore all’offerta, soprattutto perché nelle città europee la popolazione continua a crescere, e questo significa che tutto il settore immobiliare deve rispondere rapidamente alle crescenti esigenze della popolazione. La tecnologia applicata al settore del real estate, la così detta “proptech”, può rivelarsi una soluzione efficace a questo problema, semplificando drasticamente le procedure di tutti i giorni e implementando nuove funzionalità.

Badi, piattaforma leader per l’affitto di stanze che permette alle persone di pubblicare annunci, trovare e prenotare in modo sicuro le stanze che soddisfano le proprie esigenze, svela quali sono le due innovazioni tecnologiche che stanno cambiando e cambieranno il settore immobiliare.

Intelligenza artificiale

Uno dei maggiori trend ai quali si assiste sempre più spesso è l’applicazione dell’intelligenza artificiale e delle soluzioni mobile. Questo perché raramente si ha il tempo di andare a vedere le stanze di persona e, soprattutto nelle grandi città, queste vengono affittate ancor prima di essere state viste. L’intelligenza artificiale automatizza alcuni compiti e definisce così un nuovo rapporto con gli acquirenti. Selezionando le proprietà adatte ai profili (ad esempio vicino a una scuola o ai mezzi pubblici), il machine learning accelera il processo di raccomandazione e offre proprietà adatte a tutti. Più il sistema impara analizzando i dati degli utenti, più i risultati saranno rilevanti e in linea con le aspettative. L’intelligenza artificiale può eliminare la necessità di visitare fisicamente una stanza rendendo più facile la ricercadi un appartamento o di un coinquilino.

Inoltre, come nel caso di badi, questa tecnologia consente di mettere in contatto le persone in base a quello che stanno cercando. Per esempio, grazie ai dati a sua disposizione, la piattaforma può individuare quali sono le caratteristiche ritenute più fastidiose in un coinquilino. Questo, unito al machine learning aiuta a migliorare l’esperienza dell’utente nell’intero flusso della piattaforma: quando si uniscono domanda e offerta, infatti, è possibile accelerare il processo ottimizzandolo grazie a match precedenti.

Pagamenti e lotta alle frodi

Un altro aspetto che può realmente beneficiare dell’uso di soluzioni tecnologiche è la lotta alle frodi. Badi, ad esempio, ha sviluppato un sistema di rilevamento e prevenzione delle frodi con l’obiettivo di eliminare ogni potenziale truffa all’interno della piattaforma, che è composto da due diversi elementi tecnologici per prevenire questo tipo di comportamento scorretto, ognuno focalizzato su una diversa fase del “viaggio” dell’utente.

Da un lato, ha sviluppato un sistema di rilevazione che utilizza dati storici sui truffatori (dal dominio IP e email ai dati comportamentali) per dedurre la probabilità, nella fase di iscrizione/login, che un nuovo utente sia un utente fraudolento.

Dall’altro, ha combinato le tecniche del Natural Language Processing (NLP) con il Machine Learning per essere in grado di identificare in tempo reale (quasi alla fine del percorso dell’utente) gli schemi dei truffatori durante una conversazione tra due utenti. Al rilevamento di un utente di questo tipo in uno degli algoritmi, i tech e data team si coordinano con l’assistenza clienti per bannare proattivamente tale utente e impedire così che si verifichino frodi all’interno della piattaforma. L’implementazione congiunta di queste due tecnologie rende la piattaforma sicura, garantendo così la migliore esperienza possibile a tutti gli utenti.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Shade parla delle 15 canzoni per lui più significative su TIMMUSIC

Shade svela in un podcast esclusivo su TIMMUSIC i 15 brani che hanno segnato di …

Lascia un commento

Oppure