Home / Stile di vita universitario / “Oh, vita!”, che musica: intervista a Lorenzo Jovanotti Cherubini
Foto: Michele Maikid Lugaresi

“Oh, vita!”, che musica: intervista a Lorenzo Jovanotti Cherubini

“Oh, vita!” è il nuovo album di Lorenzo Jovanotti Cherubini, in uscita oggi 1° dicembre. Le canzoni mettono in mostra un Lorenzo senza fronzoli, che ha trovato il coraggio di essere sè stesso. Merito del produttore Rick Rubin

Sulla copertina del disco campeggia il nome Jovanotti perchè, ha spiegato Lorenzo Cherubini, gli si addice: gli permette di dire cose da cinquantenne senza passare per uno che le sa. Il suo approccio alla vita è quello di un esploratore. Ed è così, naturalmente, anche quando si tratta di musica. Jovanotti, dunque, ci ha raccontato così il suo nuovo album, “Oh, vita!”.

Le prime cose che vorresti dire su “Oh, vita!” quali sono?
Il disco non è un’architettura ma un gesto. Rick Rubin sapevo benissimo chi fosse; è una leggenda vivente e sono un suo fan, ma mi ha stupito.

Rick Rubin, uno che ha prodotto dischi che vanno dai Beastie Boys ai Linkin Park, passando per tutto un arco di nomi diversi tra loro. Adesso, ha prodotto il  disco di Jovanotti.
Sono felice di averlo fatto. Ci sarà chi rimarrà stupito da “Oh, vita!”, chi deluso, ci saranno persone a cui piacerà e persone a cui non piacerà. Ma qui siamo nell’ambito dei gusti. Per me questo disco è indiscutibile perché è un pezzo di vita. Piaccia o non piaccia, la vita non si discute.

Cosa dobbiamo aspettarci dalle nuove canzoni?
Questo disco ha un’anima cantautorale e una seconda anima hip hop. Rubin voleva spingere più sul primo lato, poi dopo qualche giorno mi ha detto “Domani facciamo un pezzo veloce”. Era la mia irrequietezza che mi spingeva lì e Rubin l’ha assecondata. Alla fine mi ha detto che questo è il disco più vario che abbia mai prodotto, e che gli piace perché segue la mia natura.

Cos’ha capito di te Rick Rubin?
Rick mi diceva di togliere, di andare all’essenza. Questo è un disco scarno, lui è interessato solo alla verità e in questo senso è un disco mio in una maniera più radicale del solito. Rubin mi ha dato il coraggio e la forza di essere me stesso e di affrontare questo disco con spirito nuovo.

Foto: Michele Maikid Lugaresi

Cos’è “Sbam!”?
Mondadori il 5 dicembre pubblica questo che è un format nuovo, che mi piace, e che spero possa diventare una pubblicazione periodica irregolare, che esca quando è pronta e non con una cadenza precisa. Mi piace definirlo un almanacco, per metà libro in cui racconto com’è nato “Oh, vita!”, per l’altra metà party letterario con contributi di poeti, scrittori e artisti che provengono da mondi diversi. Io sono un fan del giornalismo ben scritto, leggo le riviste, mi piacciono.

Il 12 febbraio partirà da Milano “Lorenzo live 2018”, il tuo tour nei palasport: ti fermerai per parecchie date nelle varie città che toccherai. A Milano, ad esempio, sono previsti 10 concerti.
Vogliamo suonare fino a non poterne più. Abbiamo scelto 10 città e ci staremo fino a prendere la residenza. Proporremo uno spettacolo con un clima da megafesta, il pubblico si aspetta questo. Il cuore sarà il mio repertorio, ma non mancheranno i brani nuovi.

Il backstage della lavorazione di “Oh, vita!” è diventato un docufilm, a cui si potrà assistere il 10 dicembre in 45 Multisala Uci Cinemas in tutta Italia.
Gratuitamente, ma con prenotazione obbligatoria. E’ un’idea che mi ha esaltato subito tantissimo. E’ un racconto della costruzione del disco, molto crudo dal punto di vista delle riprese: non ci sono ad esempio luci artificiali. Delle canzoni si sente qualcosa qua e là, ci sono anche i momenti di relax oltre a quelli di lavoro.

Infine, per 10 giorni hai aperto il Jova Pop Shop, in piazza Gae Aulenti a Milano.
Sì, quando l’ho proposto a Universal pensavo mi dicessero che ero matto. Invece mi hanno risposto “Che figata!”. E’ un negozio, un ritrovo, uno spazio in cui ogni giorno succederà qualcosa. Dove si potranno comprare il disco, anche in vinile e musicassetta, “Sbam!” e oggetti di merchandising, alcuni in tiratura limitata, il cui incasso verrà dato in beneficenza.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

I mattoncini LEGO in edicola con Tv Sorrisi e Canzoni

I mattoncini LEGO per la prima volta in edicola con Tv Sorrisi e Canzoni Segrate, …

Lascia un commento

Oppure