Home / Stile di vita universitario / Serie TV: ecco le quattro regole d’oro del binge-watching

Serie TV: ecco le quattro regole d’oro del binge-watching

Binge-watching vuol dire fare una maratona di visione guardando cinque, dieci puntate, a volte anche intere stagioni di una serie televisiva, tutte di seguito.

Secondo una ricerca realizzata da YouGov, il 68% degli americani tra 18 e 34 anni e il 52% di quelli tra 35 e 54 anni oggi preferisce il binge-watching ai tradizionali metodi di visione delle loro serie TV preferite. Seppur con numeri inferiori, l’esperienza di ogni giorno ci insegna che il fenomeno sta sempre più affermandosi anche in Italia. Gli spettatori che praticano il binge-watching sono in costante aumento, grazie anche alla crescita della popolarità dei servizi disponibili on demand.

Samsung, azienda che da sempre è attenta alle abitudini e alle esigenze dei consumatori, ha quindi approfondito l’analisi di questo attualissimo modo di vivere le serie TV e ha individuato quattro “regole d’oro” che ogni binge-watcher dovrebbe conoscere.

Regole che sono state svelate e messe in pratica ieri, mercoledì 29 novembre, durante l’evento di presentazione di “Sandro”, la nuova serie de Il Terzo Segreto di Satira. La nuova produzione Dplay Original (il brand che racchiude le produzioni nate esclusivamente per Dplay il servizio OTT gratuito di Discovery Italia presente anche su Smart TV) è stata presentata durante un viewing party in cui gli ospiti hanno avuto la possibilità di godersi la prima maratona della serie sui TV QLED Samsung, negli ambienti rilassanti del CROSS+STUDIO di Milano.

I rituali per una viewing marathon che Samsung ha osservato e poi raccolto, grazie alla propria esperienza tecnologica e d’intrattenimento e alla conoscenza dei propri consumatori, si basano su quattro elementi che solitamente passano in secondo piano ma che, in realtà, possono fare la differenza e rendere un’esperienza di binge-watching eccezionale.

Regola 1: Ambiente

Preparare la cornice perfetta per il binge-watching è essenziale. Attenzione a non trascurare alcuni fattori secondari ma comunque molto importanti:

  • Temperatura. Impostare il termostato a 21 °C.
  • Umidità. Usare un deumidificatore per mantenere l’umidità al 40-60% per un ambiente piacevole.
  • Illuminazione. Poiché generalmente i televisori meno nuovi non correggono eventuali riflessi, è necessario eliminare riflessi o luci abbaglianti. Se invece si dispone di un TV QLED di Samsung, l’illuminazione non rappresenta un problema grazie alla perfetta qualità dell’immagine in qualsiasi condizione di illuminazione.
  • Combinazione di colori. Includere elementi nei toni del blu e del verde sulle pareti o negli arredi per una sensazione di comfort e serenità.
  • Qualità dell’aria. Un numero limitato di piante facili da curare può ridurre drasticamente la quantità di tossine nell’aria.

Regola 2: Ergonomia

Parola d’ordine? Comfort. La corretta posizione di seduta e la disposizione dell’arredamento possono fare la differenza se si prevedono ore e ore di maratona di visione. Postazioni comode sono fondamentali per vivere al meglio la scorpacciata di serie TV ma integrare un design ergonomico nel salotto di casa può sembrare complicato. Samsung ha quindi pensato ad alcuni semplici ma indispensabili accorgimenti:

  • Distanza dal TV. Migliore è la qualità dell’immagine, più è possibile stare vicini al TV. Per un TV UHD la distanza ideale si trova moltiplicando per 1,5 la misura della diagonale dello schermo.
  • Numero di persone. Quando la serie TV diventa un momento di condivisione è importante organizzare i posti a sedere secondo una disposizione curva. L’ampio angolo di visuale dei TV QLED di Samsung permette di non dover nemmeno cedere agli ospiti il proprio posto preferito.
  • Qualcosa da sgranocchiare? Assolutamente si! Ricordando anche di scegliere un piano d’appoggio che consenta di mangiare senza doversi preoccupare di macchie e briciole
  • Altezza del TV. Che il televisore sia appeso alla parete o su un supporto, gli occhi devono trovarsi allo stesso livello del punto centrale dello schermo.
  • Comodità estrema. Scegliere uno schienale alto per sostenere la schiena, mettere un cuscino dietro di sé e usare un poggiapiedi per sollevare le gambe.

Regola 3: Esperienza visiva

Per una sessione di binge-watching che si rispetti ci sono due scelte fondamentali da fare: quale serie TV guardare e quale televisore usare. Puntare al meglio è d’obbligo: un’elevata qualità dell’immagine e un contenuto accuratamente selezionato assicurano un’esperienza emozionante e coinvolgente:

  • Il beneficio del dubbio. Se si è incerti su una nuova serie, proseguire fino alla fine del secondo episodio. Se ancora non convince, è meglio lasciar perdere.
  • Qualità dell’immagine televisiva. Per essere certi di non perdersi nessun dettaglio, la qualità dell’immagine televisiva è estremamente importante. I TV QLED di Samsung permettono di guardare contenuti con una resa quasi cinematografica grazie alla tecnologia “Quantum Dot” e a una gamma di colori illimitata.
  • Design del TV. Il design dei TV è cambiato radicalmente negli ultimi anni. Oggi gli utenti sono alla ricerca di un televisore che si adatti ad ogni tipo di ambiente, dal più stravagante al più minimale.
  • Funzionalità Smart. Una Smart TV raccoglie tutti i servizi di streaming in una singola piattaforma: oltre a guardare una serie, quindi, è possibile ottenere informazioni sulle nuove serie dai blog o cercare altri contenuti raccomandati.

Regola 4: Preparazione

Non si può iniziare “il rituale” di una maratona televisiva senza aver pensato a tutto. Passare ore davanti al televisore necessita di una preparazione minuziosa in modo da ridurre al minimo le interruzioni:

  • Mangiare è nell’ABC di una sessione di binge-watching ma è importante scegliere spuntini o pasti leggeri.
  • Anche se può essere allettante, è consigliabile astenersi dal bere alcolici in modo da poter seguire le trame più complesse.
  • L’esercizio stimola il cervello, favorisce la circolazione sanguigna e mantiene svegli durante le lunghe ore di una maratona televisiva. Prima di infilare le pantofole, può essere utile uscire per una breve corsa.
  • Il tempismo è cruciale. Tenere il penultimo e l’ultimo episodio della propria serie preferita per un giovedì o venerdì sera, quando in genere si è più rilassati.
  • Mettere giù il telefono. Per immergersi completamente nel contenuto, limitare l’utilizzo dei social media finché non si conclude la visione.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Arriva a Milano la più grande mostra museo dedicata a Nikola Tesla

Nikola Tesla Exhibition è la più grande mostra museo interattiva dedicata allo scienziato che si …

Lascia un commento

Oppure