Home / Università / Finanziamenti Erc alla ricerca: Bocconi la più premiata in Italia
lvmh

Finanziamenti Erc alla ricerca: Bocconi la più premiata in Italia

La Bocconi è l’istituzione italiana che ha ottenuto il maggior numero di finanziamenti dall’European Research Council nei suoi primi dieci anni di vita. Ai 25 progetti premiati con 26 milioni di euro e ai 19 studiosi che li hanno promossi è dedicata la storia di copertina

“L’originalità della conoscenza è la più importante fonte di vantaggio competitivo nella formazione universitaria”, afferma il rettore della Bocconi, Gianmario Verona, in un’intervista per la storia di copertina di ViaSarfatti25 di marzo. Così l’istituzione dello European Research Council (Erc) da parte della Commissione europea, dieci anni fa, per finanziare la ricerca di base utilizzando come unico criterio di scelta la qualità si è dimostrato un punto di svolta determinante. La Bocconi, in dieci anni, è riuscita a farsi finanziare 25 progetti (più di chiunque altro in Italia) per un totale di 26 milioni di euro.

Per spiegare come internet e la globalizzazione abbiano cambiato le regole del gioco anche nella formazione, il rettore ricorre a un’analogia con il mondo dello spettacolo. Nel 1977, quando il mercato americano e quello italiano non comunicavano in alcun modo e nessuno guardava i film in lingua originale, il primo episodio di Guerre Stellari uscì in Italia cinque mesi dopo l’originale. “Allora ci si poteva prendere tutto il tempo che serviva per doppiare una pellicola, verificare che facesse successo in patria e lanciarla all’estero”, dice Verona.

“E per alcune forme di conoscenza valeva la stessa cosa: le università potevano prendersi del tempo per rielaborare e localizzare conoscenze prodotte altrove ed essere ugualmente competitive sul proprio mercato. Oggi Guerre Stellari è diventato per tutti Star Wars, centinaia di migliaia di persone sono in grado di guard arlo in inglese e potrebbero trovarlo online poche ore dopo l’uscita negli Stati Uniti – così gli ultimi episodi sono usciti contemporaneamente. Nel mondo accademico vale la stessa cosa: la conoscenza non originale è diventata una commodity, facilmente usufruibile con un Mooc (Massive online open course) o con un TedTalk”.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

L'Italia premiata alle Olimpiadi Internazionali di Informatica

L’Italia premiata alle Olimpiadi Internazionali di Informatica

Si è svolta online dal 13 al 19 settembre la trentaduesima edizione delle Olimpiadi Internazionali …

Lascia un commento

Oppure