Home / Stile di vita universitario / NYX Hotel Milano: l’hotel diventa opera d’arte tra street art e design d’avanguardia

NYX Hotel Milano: l’hotel diventa opera d’arte tra street art e design d’avanguardia

NYX è una nuova generazione di hotel in cui tra art concept innovativo e design esclusivo si respira un’atmosfera da “club. Tredici i writers italiani coinvolti nella realizzazione di NYX Hotel Milano tra cui Urbansolid, Orion, Moneyless e gli artisti della EAD Crew

Dalle sculture degli Urbansolid ai graffiti 3D firmati da Yama11, Peeta e Joys della EAD Crew, fino alla parete dell’ultimo piano in cui domina l’arte figurativa di Neve che si affaccia su uno spettacolare panorama della città. Ogni piano dell’hotel si presenta come una vera e propria galleria dedicata alla street art più d’avanguardia. Il NYX Hotel, marchio di Leonardo Hotels, è unico nel suo genere, il primo in Italia. L’art concept si basa sulla semplicità e in modo particolare sulle opere degli artisti
locali del territorio in cui sorge ogni albergo. A tale scopo NYX ha avviato una stretta collaborazione con i writers e gli artisti di strada italiani più significativi ed ha così scelto di dedicare ogni piano dell’hotel ad un artista diverso. Tra di loro ci sono artisti figurativi e astratti, scultori e illustratori come Casciu, Etnik, Jair Martinez, Moneyless, lo urban artist SKAN, il torinese Corn79, il bolognese Andrea Casciu, gli UrbanSolid, un duo di artisti di Milano diventati rapidamente famosi per la loro Street Art scultorea dallo stile provocatorio.

La direzione artistica del progetto è stata affidata all’artista israeliana Iris Barak che a tal fine collabora con i curatori artistici locali. Ogni hotel della catena NYX raccoglie i diversi punti di vista della scena artistica locale, un’attrazione per gli ospiti della struttura, i turisti e i cittadini del luogo alla ricerca di un posto alla moda in città. La presenza dominante di opere di Street Art, di installazioni, di video, insieme all’obiettivo di volersi porre come una vetrina per gli artisti emergenti, sono alcune delle caratteristiche
principali alla base del progetto artistico che NYX sta portando avanti a livello internazionale. L’ “impronta” artistica, che la catena alberghiera declina a seconda delle diverse realtà locali in cui si inserisce, si contraddistingue per due elementi chiave: Two Artwork Chairs, ossia la realizzazione di un pezzo unico realizzato da un artista locale quale sua interpretazione delle due sedie situate nella hall di tutti i Leonardo Hotels, e l’Israeli ArtWall, dedicato ad un artista promettente del panorama artistico israeliano, selezionato dalla curatrice del progetto artistico di NYX, Iris Barak, al fine di esportare all’estero un piccolo assaggio di quello che sta prendendo piede nell’arte contemporanea di Israele.

I graffiti enfatizzano il leitmotiv urbano, portando all’interno di ciascun hotel un pizzico dello street style che rende unica ogni città. È come se la Street Art urbana locale si fondesse con la struttura alberghiera, creando un continuum tra l’hotel, la vita urbana e le strade cittadine circostanti.

Joys & Peeta Entrance (c) Marco Curatolo LAB C3

La Street Art protagonista al NYX Hotel di Milano

La maggior parte delle opere di Street Art presenti al NYX Hotel di Milano sono realizzate dalla EAD Crew, un gruppo di artisti di strada originari di Padova. La EAD è nata nei primi anni ’90 ed è uno dei principali gruppi di Street Art d’Italia, resa famosa grazie soprattutto al lavoro artistico di alcuni noti writers quali Joys, Peeta, Yama, Orion e made514. Lo stile dei loro graffiti va ben oltre la semplice pittura murale e rappresenta una fusione tra il lettering tradizionale e il 3-D style di grande impatto ed originalità, capace di creare un ritmo visivo dallo stile inconfondibile.

EAD Crew è una delle crew di writers più attive del panorama italiano e i loro murales sono sparsi per le strade non solo d’Italia ma di tutto il mondo, da New York a Hong Kong, fino alla Russia. I membri della crew partecipano a numerosi eventi e collaborano con i migliori artisti della scena internazionale. Molti dei loro lavori sono esposti in collezioni pubbliche e private, tra cui la C.A.V.E. Gallery in California, la Haussmann Gallery in Florida ed importanti rassegne artistiche internazionali quali la Biennale di Venezia del 2013, la SCOPE International Art Fair di Miami del 2014 e molte altre.

L’impronta artistica di NYX a Milano

L’impronta artistica di NYX Hotel in tutto il mondo si compone di due elementi chiave. Il primo è l’interpretazione delle due sedie poste all’ingresso degli Hotel Leonardo riviste in chiave artistica secondo il punto di vista di un artista locale. Per NYX Milano, il duo artistico degli UrbanSolid è già all’opera per creare due sedute scultoree dalle linee provocatorie, marchio distintivo del loro stile.
Il secondo elemento distintivo è l’Israeli ArtWall, nato dal desiderio della catena alberghiera Fattal Hotels di esportare nel mondo il gusto e la naturale inclinazione per l’arte contemporanea di Israele. L’Israeli ArtWall di NYX Milano metterà in esposizione due opere dell’artista Ella Barak, provenienti dalla Graduate Exhibition del 2014 della Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme.

Joys  7th Floor at the NYX Milan (c) Marco Curatolo LAB C3

Il contributo artistico milanese

I curatori artistici che hanno collaborato alla realizzazione di NYX Hotel Milano insieme a Iris Barak sono i professionisti di Question Mark, una giovane galleria d’arte milanese fondata da Daniele Decia e Stefania Sarri. Question Mark si propone come “luogo” di riflessione e di dialogo sull’arte, con particolare attenzione allo sviluppo delle nuove ricerche e dei nuovi percorsi che si sviluppano in ambito artistico all’interno di contesti urbani. La galleria collabora con molti street artist italiani e tra i tanti progetti realizzati negli ultimi anni spicca in particolare “Transversal Movement”, un imponente progetto di arte outdoor ed opera murale a Milano. Grazie alle sue molteplici attività, Question Mark è stata definita dalla Filantropic Foundation come “la miglior cosa accaduta a Milano nel 2016”. Tra i potenziali collaboratori di NYX Hotel Milano, c’è anche l’International Poster Biennale di Varsavia, che rappresenta ad oggi la più importante e qualificata esposizione di graphic design al mondo. L’idea è quella di esporre i poster lungo le pareti dei corridoi dell’hotel del NYX di Milano, trasformando i piani dell’hotel in una sorta di vetrina di arte visiva contemporanea.

Inoltre, al fine di dare voce anche agli artisti della scena emergente, NYX Hotel Milano sta pensando ad una possibile collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. L’hotel potrebbe ospitare mostre temporanee, diventando uno spazio espositivo alternativo ed una vetrina per i giovani artisti che amano sperimentare forme artistiche innovative come la Video Art.

Iris Barak, curatrice artistica di NYX Hotel

Con base a Tel Aviv, Iris Barak è una figura ben nota nel panorama artistico israeliano. L’artista è anche curatrice della “Dubi Shiff Art Collection” di Tel Aviv e Miami, una tra le più grandi e rinnovate collezioni d’arte di Israele, con un focus specifico sul realismo e le arti figurative.
Laureata in Studi Umanistici e Belle Arti presso l’Università di Tel Aviv, Iris Barak sta ultimando la sua specializzazione al Programma Interdisciplinare nelle Arti presso lo stesso ateneo.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Su Audible arriva “StayOm! Diario creativo al tempo della quarantena”

Su Audible arriva “StayOm! Diario creativo al tempo della quarantena”

L’instant podcast che racconta la quarantena di tantissimi personaggi dello spettacolo intervistati da Michele Dalai

Lascia un commento

Oppure