Home / Stile di vita universitario / Intervista-Mario Biondi ci racconta il suo “Best of soul”
Mario Biondi, "Best of soul" è la raccolta dei suoi successi con 7 inediti

Intervista-Mario Biondi ci racconta il suo “Best of soul”

Dieci anni di carriera da celebrare per la voce soul più calda e intensa del panorama musicale italiano con il nuovo album “Best of soul”, raccolta dei successi di Mario Biondi arricchita da sette inediti

La sua voce è inconfondibile. Mario Biondi ha l’innata capacità di creare atmosfera con ognuna delle sue canzoni. Con “Best of soul” festeggia i suoi dieci anni di carriera, attraverso un percorso musicale che non può prescindere da brani come “This is what you are” a cui ha aggiunto sette canzoni inedite.

Mario Biondi e il suo “Best of soul”

Questo è un doppio cd con tutti i tuoi successi e 7 inediti, che non sono pochi. Come mai questa scelta?

Sette canzoni nuove rispondono al mio desiderio, e anche alla politica di Sony, di non voler abusare della bontà miei fan, e quindi di non proporre loro un progetto esclusivamente con brani ‘best’. Ho voluto dar loro qualcosa di nuovo, e la mia etichetta mi ha dato modo di esprimermi come volevo.

Andiamo a colpo sicuro dicendo che la canzone a cui sei più legato è “This is what you are”?

Chiaramente è un brano fondamentale, il cavallo di troia grazie al quale mi sono affacciato alla finestra e ho potuto dire quello che volevo a un pubblico vasto. Perché festeggio i 10 anni di carriera ma sono da 30 anni nel mondo della musica; più volte avevo provato a emergere, ma niente. Grazie al cielo trovai dei discografici che stamparono quel brano: è stata la canzone giusta al momento giusto, con il sound giusto. Una manna per me, e per questo la adoro.

Com’è il tuo rapporto con i fan?

Non ho tante facce da mostrare, sono lineare nel mio modo di essere e quindi anche il rapporto che ho con loro è lineare. A volte rispondo un po’ deciso se dicono una cosa sbagliata sul web, dove la leggono duecento persone. Anche per questo il nostro è un rapporto vero, naturale e bello.

Come sei cambiato in questi 10 anni?

Sono cresciuto tanto, so dove sto andando e dove voglio poggiare i piedi, voglio rischiare e so di avere un supporto forte dietro di me. Rispetto a un tempo ho molta più forza.

Cosa ti auguri per il domani?

Mi auguro altri 40 anni di vita e altrettanti di vita lavorativa. Ho fatto 96 date l’anno scorso, vengo da un’operazione alle corde vocali quindi vado un po’ piano se no l’anno prossimo devo mandare la controfigura sul palco. E invece io non voglio.

A marzo parte il nuovo tour. Come sarà?

Una festa. Ospiti? Sì, ma ancora non si può dire chi. Vorrei avere Burt Bacharach e tantissimi altri nomi.

Hai mai pensato a un duetto? Con chi ti piacerebbe farlo?

Sì, mi piacerebbe; ci pensavo l’altro  giorno e mi è venuto in mente Paolo Simoni: è figo, mi piace. E poi direi Lady Gaga, ha un talento pazzesco.

Queste sono le date del “Best of soul” tour:

6 marzo GENOVA TEATRO CARLO FELICE
8 marzo MILANO TEATRO DEGLI ARCIMBOLDI
11 marzo CREMONA TEATRO PONCHIELLI
13 marzo BOLOGNA EUROPAUDITORIUM
14 marzo TORINO AUDITORIUM DEL LINGOTTO
16 marzo FIRENZE OBIHALL
17 marzo VARESE TEATRO DI VARESE
19 marzo UDINE NUOVO G. DA UDINE
20 marzo TRIESTE TEATRO ROSSETTI
22 marzo PARMA TEATRO REGIO
24 marzo BRESCIA TEATRO PALA BANCO
28 marzo TRENTO AUDITORIUM SANTA CHIARA
30 marzo PADOVA GRAN TEATRO GEOX
31 marzo BERGAMO TEATRO CREBERG
18 aprile CATANIA TEATRO METROPOLITAN
20 aprile BARI TEATRO TEAM
22 aprile NAPOLI TEATRO AUGUSTEO
24 aprile ROMA PARCO DELLA MUSICA

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Kippy EVO è il primo pet smartphone al mondo

Kippy EVO è dotato di localizzazione GPS in tempo reale, activity monitoring e ricezione di …

Lascia un commento

Oppure