Home / Stile di vita universitario / Con Internet of Things la scuola inventa i lavori

Con Internet of Things la scuola inventa i lavori

Dalla collaborazione tra Cisco e Fondazione Mondo Digitale nasce “IoT alla Palestra dell’Innovazione”, un originale progetto di formazione dedicato a migliaia di studenti italiani per prepararli ad affrontare con successo le nuove sfide dell’economia e del lavoro

Cosa scriveranno nel curriculum vitae i giovani che oggi sono in formazione? Secondo lo studio internazionale Tomorrow Jobs il 65 per cento degli studenti di oggi farà un mestiere che ancora non esiste. Dai big data a Internet delle cose, lo sviluppo delle nuove tecnologie richiede nuove competenze, crea nuove professioni e modifica modelli organizzativi e stili di vita. Per rispondere a questa sfida all’interno della Palestra dell’Innovazione nasce un laboratorio dedicato all’Internet of Things.

Il progetto “IoT alla Palestra dell’Innovazione”, che si inserisce nell’investimento da 100 milioni di dollari che a inizio anno Cisco ha messo in campo per la digitalizzazione del paese, coinvolgerà in due anni e mezzo 20.000 studenti delle scuole superiori permettendo loro di acquisire, in modo esperienziale, le competenze utili per muovere i primi passi verso una “carriera” nel settore delle tecnologie.

“Le statistiche su disoccupazione giovanile e fenomeno dei Neet ci raccontano solo una parte dell’emergenza lavoro”, spiega Alfonso Molina, direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale. “La vera sfida è aiutare i giovani a interpretare la velocità dei cambiamenti e a sviluppare la capacità di acquisire competenze strategiche e a trasformarle in lavoro. Il ruolo della scuola è cruciale”.

“La collaborazione con la Fondazione Mondo Digitale è un nuovo tassello delle iniziative per promuovere le competenze digitali fra i giovani, che sono una parte fondamentale del piano di investimenti Digitaliani lanciato da Cisco all’inizio dell’anno, per accelerare la digitalizzazione dell’Italia”, spiega Luca Lepore, responsabile dei progetti di area education del piano Digitaliani di Cisco. “Formare giovani che conoscano il potenziale delle nuove tecnologie è la chiave di volta per cogliere le opportunità economiche e sociali che ci aspettano. Sono loro che porteranno il nostro paese nel futuro: offrire loro strumenti adeguati è più che un impegno, è un dovere”.

All’evento, moderato dal giornalista Giampaolo Colletti, è intervenuto anche Piero Dominici dell’Università degli Studi di Perugia. In platea un vasto pubblico di studenti e docenti.

Con la Phyrtual Innovation Week, a Roma dal 3 all’8 ottobre, la Fondazione Mondo Digitale contribuisce al processo di allineamento della scuola con le nuove sfide educative della società complessa. Ogni giorno viene presentato un progetto dedicato alla “generazione in transizione”, per renderla consapevole e protagonista nei processi di cambiamento. Per l’intera settimana tutti gli ambienti digitali della Palestra dell’Innovazione sono aperti alle scuole e ai cittadini per sperimentare le nuove tecnologie con esperienze di apprendimento immersive e trasformative. Oggi, in particolare, tutti i laboratori sono stati dedicati all’Internet of Thinghs.

Live twitting con l’hashtag #PIW2016.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Arriva a Milano la più grande mostra museo dedicata a Nikola Tesla

Nikola Tesla Exhibition è la più grande mostra museo interattiva dedicata allo scienziato che si …

Lascia un commento

Oppure