Home / Stile di vita universitario / Il Musicathon scalda i motori
musicathon

Il Musicathon scalda i motori

14 team provenienti da sette Paesi parteciperanno alla finale di Berlino, dove saranno annunciati i tre finalisti

Berlino è pronta a ospitare la finale del SEAT Musicathon al via questa sera, con una “maratona creativa” di ben 36 ore in cui i 14 team finalisti faranno del loro meglio per garantirsi il podio e, infine, collaboreranno con SEAT ed esperti del settore musicale alla creazione del sound logo del Marchio.

Il contest ha attirato 1.185 partecipanti, creatori ex novo di 1.924 composizioni musicali. I finalisti, scelti in ognuno dei sette Paesi partecipanti al contest (Italia, Spagna, Germania, UK, Francia, Belgio e Messico), hanno sbaragliato gli avversari con la propria risposta musicale al quesito “Se Barcellona fosse una musica…

I due finalisti italiani, che rappresenteranno il nostro Paese alla finale internazionale al via stasera, sono Federico Sapia (26 anni, di Novara) e Tomm Zeskel (22 anni, di Como), che con i loro pezzi hanno convinto SEAT e Dj Albertino, accaparrandosi di diritto l’esperienza berlinese.

Una volta a Berlino, i finalisti avranno 36 ore di tempo per comporre una musica che risponda al brief che verrà annunciato in loco dalla SEAT. Il pezzo musicale, insieme a un secondo iniziato prima della finale e che verrà completato a Berlino, decreterà i vincitori del Musicathon. La finale si terrà all’hotel Nhow, il primo hotel in Europa dedicato alla musica, con l’obiettivo di immergere i finalisti in un ambiente che possa dare loro la massima ispirazione.

I tre team vincitori riceveranno un premio in denaro e la possibilità di viaggiare a Barcellona, dove visiteranno la Fabbrica SEAT di Martorell e incontreranno gli esperti incaricati di creare il SEAT Sound System. Inoltre, avranno la possibilità di passare cinque giorni a Los Angeles in un famoso studio di registrazione, collaborando con esperti del settore musicale alla creazione del nuovo sound logo SEAT.

Il Musicathon rappresenta la seconda occasione in cui la SEAT ha sperimentato la strada della co – creazione, sull’onda del successo dell’Architon di Barcellona dello scorso anno, che grazie alla partecipazione di quaranta studenti di Architettura spagnoli e tedeschi ha portato alla creazione e sviluppo del Museo Digitale della SEAT.

Il Musicathon SEAT nasce grazie alla collaborazione con nomi rilevanti della scena musicale internazionale, come Abbey Road Institute, Roland, Epiphone e KRK Systems.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Arriva a Milano la più grande mostra museo dedicata a Nikola Tesla

Nikola Tesla Exhibition è la più grande mostra museo interattiva dedicata allo scienziato che si …

Lascia un commento

Oppure