Home / Università / Striscia la Notizia sale in cattedra all’Insubria
luca abete insubria

Striscia la Notizia sale in cattedra all’Insubria

L’inviato di Striscia Luca Abete sale “in cattedra” a Varese per una lezione d’ottimismo con gli studenti, per formare una community dell’entusiasmo e raccogliere pacchi di pasta per il Banco Alimentare

La seconda Edizione del Tour #NonCiFermaNessuno con Luca Abete, inviato di Striscia la notizia, torna giovedì 10 marzo all’Università degli Studi dell’Insubria, a Varese. Tantissimi studenti sono in mobilitazione per partecipare all’iniziativa, che si svolge in modo itinerante a livello nazionale. L’Ateneo sarà coinvolto per il secondo anno consecutivo in questo tour che nasce con l’intenzione di offrire ai giovani una prospettiva diversa sul futuro e creare una community dell’entusiasmo,il tutto con una finalità benefica.

L’incontro di Luca Abete con gli studenti dell’Università dell’Insubria e del Liceo Ferraris di Varese che ha aderito all’iniziativa si terrà il 10 marzo, alle ore 11.30, nell’Aula 6 della sede di via Monte Generoso 71. L’evento è aperto a tutti gli studenti, i docenti e gli spettatori che potranno così assistere a una coinvolgente e interattiva lezione di ottimismo, durante la quale saranno proiettati anche video dal grande impatto motivazionale. Prima dell’incontro con Luca Abete è previsto, nell’aula seminari dello stesso edificio, un incontro con la stampa per spiegare le finalità dell’iniziativa e le funzionalità del sito, durante il quale prenderanno parte il Magnifico Rettore Alberto Coen Porisini e alcuni dei partner dell’iniziativa.

Il progetto, dopo il successo di numeri della scorsa edizione (15 tappe e più di 10mila studenti coinvolti), attraversa di nuovo la penisola visitando diverse università e scuole d’Italia. Quest’anno torna a Varese, città in cui lo scorso anno la partecipazione di studenti e docenti è stata straordinaria. Questo originale format, ideato dall’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete, intende  raccogliere i sogni, le storie e le speranze degli studenti, creare connessioni tra università e mondo del lavoro e motivare i giovani. Quest’anno, inoltre, per ogni selfie sorridente che esprimerà il messaggio #NonCiFermaNessuno e che sarà caricato sull’app e sul sito www.noncifermanessuno.org, verranno donati pacchi di pasta al Banco Alimentare. L’iniziativa sta raccogliendo tantissimi consensi, e infatti mancano pochi contributi per raggiungere il traguardo dei 10mila pacchi di pasta che serviranno a chi ne ha più bisogno.

Come funziona la giornata-evento?

Dalla mattina, l’università ospiterà, in un’area dedicata, i desk dell’iniziativa e delle numerose aziende partner che partecipano al progetto e offrono gadget, informazioni e possibilità di inserimento lavorativo. Poi alle 11.30 arriverà lui, Luca Abete, che con il suo entusiasmo caricherà gli studenti: il suo sarà un evento originale, durante il quale l’inviato di Striscia la Notizia, partendo dalla sua esperienza personale, dialogherà con i ragazzi dando loro utili consigli per affrontare la vita con ottimismo e non arrendersi davanti alle difficoltà.  Tra video, selfie, raccolta di testimonianze, autografi finali e domande di rito, l’università si ritroverà travolta dall’entusiasmo dell’iniziativa, vivendo così una giornata indimenticabile.

Al progetto partecipano anche quest’anno vari partner tra cui: ASUS, il Centro di Ricerca e Servizi Impresapiens – Università La Sapienza, PoliEco, Tecnocasa, Best Western Italia, Pasta Antonio Amato e Pasta Lori, Banco Alimentare, MyWeb School, Uisp, E.b.esse, Radio 105 (radio ufficiale) e Uninews24.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Riparte Amazon Campus Challenge

Riparte Amazon Campus Challenge

Sono all’incirca 100 gli studenti da tutta Italia che, in team, hanno creato dei progetti …

Lascia un commento

Oppure