Home / Stile di vita universitario / Travel Appeal monitora la reputazione online dei 27 più importanti Musei Statali italiani
musei italiani

Travel Appeal monitora la reputazione online dei 27 più importanti Musei Statali italiani

Il MIBACT fornisce ai 27 Musei Statali più importanti, che recentemente hanno acquisito autonomia gestionale, lo strumento Index di Travel Appeal

Nello scenario turistico attuale il tradizionale passaparola si è trasferito sul web. Sempre più le scelte delle destinazioni e delle attività culturali viene operata online sulla base di recensioni, conversazioni, commenti, dati importanti anche per gli operatori del turismo e della cultura, per comprendere la percezione e intercettare i desideri dei viaggiatori.

I musei italiani ad oggi sono percepiti positivamente da parte dei turisti, e questo indica che chi li visita è molto soddisfatto dall’esperienza. Emerge però una scarsa gestione dei propri canali online, che limita molto l’interazione col proprio pubblico e la possibilità di interpretare preferenze e critiche.

In quest’ottica il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo ha voluto fornire 27 Musei Statali Autonomi di uno strumento che permette di monitorare e gestire la propria immagine digitale per comprendere sia come sono percepiti sia come comunicano attraverso i propri canali web e social.

Si tratta di INDEX, strumento messo a punto da Travel Appeal, società specializzata per l’elaborazione dei Big Data nel turismo divenuta punto di riferimento nel settore che, attraverso una tecnologia proprietaria, raccoglie e analizza i dati delle destinazioni e, attraverso un algoritmo proprietario.

INDEX permette di essere avvisati in tempo reale quando qualcuno parla del Museo in rete o lascia una nuova recensione, inoltre ciascun Museo potrà visualizzare i dati più importanti degli altri 19 e utilizzarli come parametro di riferimento e confronto. Il MIBACT a sua volta potrà monitorate i dati di tutti i Musei.

Il progetto sottende una nuova volontà di dialogo e interazione coi visitatori e un’apertura verso gli strumenti digitali che i viaggiatori contemporanei utilizzano in tutte le fasi dell’esperienza culturale con lo scopo di comprenderne le esigenze e migliorarne l’esperienza di visita generale.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Su Audible arriva “StayOm! Diario creativo al tempo della quarantena”

Su Audible arriva “StayOm! Diario creativo al tempo della quarantena”

L’instant podcast che racconta la quarantena di tantissimi personaggi dello spettacolo intervistati da Michele Dalai

Un commento

Lascia un commento

Oppure