Home / Università / Pari opportunità e genere: una mappa indica quanto e quando se ne parla
pari opportunita

Pari opportunità e genere: una mappa indica quanto e quando se ne parla

Lo studio pilota condotto da Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler su 10 fonti tra testate giornalistiche e portali news per il periodo 2011-2014 sarà presentato venerdì 18 dicembre al Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale

Discriminazioni. Diseguaglianze retributive e di carriera. Una iniqua distribuzione dei compiti familiari. Di pari opportunità e genere si parla quasi esclusivamente in occasione di giornate di sensibilizzazione sulle donne e sulla violenza contro le donne come l’8 marzo e il 25 novembre. Lo anticipano gli autori dello studio pilota svolto all’interno del progetto “Madre” (MApping public DiscouRse on Equal opportunities), primo tentativo di mappatura sistematica del discorso pubblico costruito e diffuso dai media. Lo studio è stato condotto su dieci fonti tra testate giornalistiche e portali news per il periodo 2011-2014.

I risultati saranno presentati e discussi venerdì 18 dicembre nel convegno “Mappare il discorso pubblico su pari opportunità e genere. Buone pratiche di ricerca e collaborazione” nell’aula 15 del Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale (via Verdi, 26). I lavori si apriranno alle 9.30 con i saluti di Barbara Poggio (prorettrice alle politiche di equità e diversità – Università di Trento) e Carlo Buzzi (presidente Comitato provinciale per le comunicazioni, oltre che professore dell’Università di Trento). Si entrerà quindi nel vivo del progetto Madre con Elena Pavan (Università di Trento) e Sara Tonelli, Giovanni Moretti e Federico Sangati (Gruppo di ricerca “Digital Humanities”, Fondazione Bruno Kessler). Il convegno proseguirà con Monia Azzalini (Osservatorio di Pavia) che presenterà un altro progetto (“Global Media Monitoring Project 2015”) e con Claudia Padovani (Università di Padova) che terrà una relazione su “Genere, media e ICT: sviluppi internazionali e buone pratiche locali”. È prevista anche la partecipazione di Sara Ferrari (assessora all’università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo – Provincia autonoma di Trento).

I lavori si concluderanno verso le 12.30 con una panoramica di Elena Pavan sugli strumenti oggi disponibili per mappare il discorso pubblico su pari opportunità e genere attraverso i mezzi di comunicazione.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

La neve delle Alpi si scioglie più in fretta a causa delle polveri del Sahara

La neve delle Alpi si scioglie più in fretta a causa delle polveri del Sahara

La neve delle Alpi Europee fonde più in fretta a causa delle polveri sahariane che …

Lascia un commento

Oppure