Home / Università / Pari opportunità e genere: una mappa indica quanto e quando se ne parla
pari opportunita

Pari opportunità e genere: una mappa indica quanto e quando se ne parla

Lo studio pilota condotto da Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler su 10 fonti tra testate giornalistiche e portali news per il periodo 2011-2014 sarà presentato venerdì 18 dicembre al Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale

Discriminazioni. Diseguaglianze retributive e di carriera. Una iniqua distribuzione dei compiti familiari. Di pari opportunità e genere si parla quasi esclusivamente in occasione di giornate di sensibilizzazione sulle donne e sulla violenza contro le donne come l’8 marzo e il 25 novembre. Lo anticipano gli autori dello studio pilota svolto all’interno del progetto “Madre” (MApping public DiscouRse on Equal opportunities), primo tentativo di mappatura sistematica del discorso pubblico costruito e diffuso dai media. Lo studio è stato condotto su dieci fonti tra testate giornalistiche e portali news per il periodo 2011-2014.

I risultati saranno presentati e discussi venerdì 18 dicembre nel convegno “Mappare il discorso pubblico su pari opportunità e genere. Buone pratiche di ricerca e collaborazione” nell’aula 15 del Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale (via Verdi, 26). I lavori si apriranno alle 9.30 con i saluti di Barbara Poggio (prorettrice alle politiche di equità e diversità – Università di Trento) e Carlo Buzzi (presidente Comitato provinciale per le comunicazioni, oltre che professore dell’Università di Trento). Si entrerà quindi nel vivo del progetto Madre con Elena Pavan (Università di Trento) e Sara Tonelli, Giovanni Moretti e Federico Sangati (Gruppo di ricerca “Digital Humanities”, Fondazione Bruno Kessler). Il convegno proseguirà con Monia Azzalini (Osservatorio di Pavia) che presenterà un altro progetto (“Global Media Monitoring Project 2015”) e con Claudia Padovani (Università di Padova) che terrà una relazione su “Genere, media e ICT: sviluppi internazionali e buone pratiche locali”. È prevista anche la partecipazione di Sara Ferrari (assessora all’università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo – Provincia autonoma di Trento).

I lavori si concluderanno verso le 12.30 con una panoramica di Elena Pavan sugli strumenti oggi disponibili per mappare il discorso pubblico su pari opportunità e genere attraverso i mezzi di comunicazione.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

L'Università di Udine avvia attività di ricerca con il Naval Research Laboratory 

L’Università di Udine avvia attività di ricerca con il Naval Research Laboratory 

La collaborazione con il Naval Research Laboratory riguarda progetti di ricerca sui sistemi autonomi intelligenti: …

Lascia un commento

Oppure