Home / Stile di vita universitario / Baby K, arriva l’album “Kiss kiss bang bang”
Baby_K

Baby K, arriva l’album “Kiss kiss bang bang”

 

“La mia musica coinvolge come un bacio ma arriva dritta come un colpo di revolver. C’era solo un modo per tradurre tutto questo: “Kiss kiss bang bang”. L’album di Baby K arriva nei negozi oggi, 11 settembre

 

Singolo doppio platino “Roma – Bangkok” feat. Giusy Ferreri

Numero 1 su iTunes

Da 5 settimane al numero 1 della classifica FIMI-GfK dei singoli più venduti

45 milioni di views su Vevo/Youtube in soli 2 mesi

Spotify: numero 1 nella top 50 Italia, podio nella viral 50 Italia; presente nella viral 50 in Argentina, Spagna, Francia, Belgio, Australia, Guatemala, Cile, Paesi Bassi, Singapore, Colombia, Perù; record di streaming giornalieri su Spotify Italia

Shazam: numero 1 nella classifica italiana; presente nella classifica globale e di tendenza

Tutti questi numeri parlano di Baby K. “Kiss kiss bang bang” è il suo nuovo album.

Baby K, l’abum raccontato in 5 frasi

Dopo il successo di “Roma-Bangkok”: “La mia è stata un’estate clamorosa.  Adesso il viaggio continua con “Kiss kiss bang bang”, un bacio seguito da uno schiaffo, un colpo di revolver. Tutto il disco è un contrasto tra il rap e la melodia. Il mio è un mondo eclettico, colorato e sincero”.

Baby K ha alle spalle già un album con Sony Italy/Epic, “Una seria”, prodotto da Tiziano Ferro (che duetta con lei nel brano “Killer”): “Arrivata al momento di lavorare su un nuovo disco ho pensato a cosa volessi far vedere di me: volevo far capire veramente chi fossi. Nel secondo album deve esserci quel passo in più, quella chicca che ti spinge un po’ più avanti. Nella mia musica non ho mai veramente parlato di me e della mia storia: invece questo disco è la mia vita”.

Sui brani “Anna Wintour” e “Hipster love”: “Sono brani ironici. Nel primo parlo della femmina alfa, che la strada se la costruisce da sola. Il messaggio è che se ti impegni puoi arrivare dove vuoi. “Hipster love” è un gioco in cui una fidanzata dice alla madre che gli porta un hipster dentro casa. So che questo tipo di ragazzo ha dei manierismi strani, e io gioco con i suoi stereotipi: difendo con ironia questa figura cult dei tempi social. Questo è amore 2.0, o per lo meno è l’amore nel 2015 che si sviluppa con like, smanettamenti sui social e anche con la fissa per il vintage. Fissa che ho anche io su Instagram, dove uso per ogni foto dei filtri supervintage”.

Le collaborazioni dell’album: “Abbiamo pensato a Giusy Ferreri perchè ci mancava il ‘bang’ in “Roma – Bangkok”, e lei ce l’ha messo. Con Madh abbiamo gusti che si incontrano su certi piani. Io avevo un testo su serata assurda in discoteca, lui aveva una canzone che non aveva pubblicato. Abbiamo unito le due cose ed uscito questo brano, “Fakeness”,  e ne è venuto fuori un mondo molto esterofilo. Federica Abbate (ha scritto canzoni anche per Fedez e Marracash, nda) ha un grande talento, ha sviluppato delle idee facendo parte del team creativo dell’album. E’ molto brava e per questo ho voluto che cantasse con me “Chiudo gli occhi e salto”. Con Fred De Palma canto “Licenza di uccidere”, un brano che fa molto spy movie in cui io mi identifico nella sposa del rap: o io uccido lui o lui uccide me”.

Incasellare musicalmente Baby K? Difficile: “Mi piace l’idea di essere una novità, mi piace il fatto di non avere un sound classico, ma non so dire quale sarà il mio prossimo passo perché la musica per me è uno sfogo, senza tanti piani prestabiliti”.

 

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Intervista a Mau y Ricky, il duo più popolare della musica latina

Stasera la coppia di fratelli Mau y Ricky (Montaner di cognome) apriranno il Milano Latin …

Lascia un commento

Oppure