Must have estate 2015

I must have estivi secondo DaWanda

Oltre ai tatuaggi temporanei, sandali gioiello, ear cuff e progetti fai da te

Pelle, piedi e orecchie: sono questi i punti “caldi” che quest’anno saranno al centro dell’attenzione e le tendenze moda vanno in questa direzione proponendo tatuaggi temporanei, sandali gioiello, ear cuff e tessuti UPF.

Con DaWanda, il marketplace europeo dei prodotti fatti a mano che vanta oltre 5 milioni di utenti e 300.000 tra artigiani, designer e creativi da tutto il mondo, è possibile scoprire quali sono le tendenze del momento e come nasce un trend.

Come già anticipato da Ilaria Contrastini nel corso dell’edizione italiana del Mashable Social Media Day, l’evento “cult” per celebrare la rivoluzione digitale tenutosi a Milano lo scorso 29 e 30 giugno, la ricetta di DaWanda consiste nel lavorare in stile “stock exchange”, sempre pronta a cogliere i segnali deboli e a intuire quali stili proporre alla community, scovando i trend e scommettendo su di essi. L’ultima scommessa vinta? I tatuaggi temporanei.

Insieme al look da festival, che – da Coachella ai tanti vip, inclusa Rihanna – sembra essere uno degli stili più amati e indossati, quest’anno a impazzare sulle spiagge e sui magazine più glamour è proprio la moda dei temporary tattoo. Prima della consacrazione ufficiale da parte dell’infallibile Clio Make Up o del super trendy Bored Panda, il tatuaggio temporaneo è diventato must su DaWanda e trasformato in sinonimo di stile.

Come conferma il team di DaWanda, ad ogni personalità corrisponde il suo tatuaggio: da quello con le scritte, per tatuarsi la propria frase preferita o semplicemente le iniziali del proprio nome o quelle della persona amata, a quello gioiello, per portare bracciali, collane e anelli disegnati direttamente sulla pelle; da quello minimal o ad effetto metallico, per valorizzare i propri outfit in modo semplice e raffinato, a quello in stile cartoon, per giocare con i colori e tornare bambini.

Se quella dei tatuaggi temporanei è una moda ormai affermata, le tendenze emergenti vedono protagonisti piedi e orecchie: secondo DaWanda, infatti, i trend handmade di questa stagione estiva includono i sandali, sia quelli gioiello con perline e pietre colorate sia quelli lavorati all’uncinetto, perfetti per le serate e le cerimonie in spiaggia o per aggiungere un tocco glamour e insolito a semplici infradito.

Rimanendo in tema di piedi, non si possono non menzionare le espadrillas, altro must have di questa estate. Ce ne sono di tutti i tipi, da quelle con applicazioni crochet realizzate a mano e appartenenti al progetto Re-Fashion di BettaKnit e Vendetta Uncinetta a quelle con le stampe “Whatsapp” o alle versioni “platform”.

Risalendo dai piedi alle orecchie, tra gli immancabili di questa stagione anche gli ear cuff: non semplici orecchini ma autentiche gioie, da applicare all’esterno dell’orecchio per un effetto piercing adatto a qualsiasi look. Infinite le varianti da scegliere – band cuff, ear chain, wrap around cuff, ear jacket – ma tutte accomunate da uno stile handmade davvero unico.

Per rimanere tra i preferiti della community di DaWanda, anche i tessuti UPF, ideali per proteggere la pelle dai raggi del sole e perfetti per l’abbigliamento di bambini e adulti.

E proprio in tema di fai da te, spopolano i tutorial e le ispirazioni per creare da sé accessori per la spiaggia e per la vita in città: un esempio è rappresentato dal successo di progetti DIY (do-it-yourself) come quelli per realizzare le espadrillas e lo zaino “hipster” in tessuto.

“Intuire quali saranno i nuovi must proposti dai creativi presenti sulla piattaforma e quali i prodotti che la community amerà di più è la nostra missione”, spiega il team di DaWanda. “Per poter anticipare le tendenze, lavoriamo in real time e a stretto contatto con i nostri colleghi internazionali, condividendo sui social le novità e le tendenze più originali”.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

EasyPark: parcheggiare con l'app è il new normal

EasyPark: parcheggiare con l’app è il new normal

Record EasyPark in Italia: sono 500 le città grandi, medie e piccole, da nord a …

Lascia un commento

Oppure