Home / Stile di vita universitario / Save the Children: 3 luglio l’evento “Starting from girls” nell’ambito di WE-Women For Expo

Save the Children: 3 luglio l’evento “Starting from girls” nell’ambito di WE-Women For Expo

Più forza e diritti per gli 1,2 miliardi di adolescenti nel mondo – di cui la metà ragazze –  per un futuro migliore e più sostenibile

Il 3 luglio prossimo alle 10.30 si terrà presso il Conference Center Expo l’evento “Starting from girls: they are the source to trigger a change!” promosso da Save the Children – Organizzazione dedicata dal 1919 a salvare la vita dei bambini e difendere i loro diritti – durante una delle Women’s Weeks, nell’ambito dell’iniziativa WE-Women for EXPO, il progetto di Expo 2015 in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori.

L’incontro intende promuovere una riflessione sull’importanza di investire sulle adolescenti,  sul loro accesso e controllo delle risorse agricole, sul loro ruolo nel garantire la sicurezza alimentare, la corretta e adeguata nutrizione dei bambini e sulla loro partecipazione ai processi di decision-making, ovvero sull’empowerment delle giovani donne.

Durante il meeting sarà presentato il documento “Starting from girls”, come base della discussione.

Oggi nel mondo ci sono 1.2 miliardi di adolescenti tra i 10 e i 19 anni, la metà dei quali rappresentata da ragazze. Un numero destinato ad aumentare entro il 2050, in modo particolare in Africa sub-sahariana.

Le donne rappresentano il 43% della forza lavoro rurale ed in molti paesi hanno il compito di assicurare la sicurezza alimentare di intere comunità. Spesso tuttavia molte di esse sono marginalizzate e non hanno accesso ad una serie di diritti sia come persone che come produttori o lavoratori all’interno del sistema alimentare. È indispensabile che siano quindi assicurate loro maggiori tutele, nell’ambito di un quadro normativo specifico, a partire proprio dall’età adolescenziale e che abbiano la possibilità di accedere a un’educazione adeguata, anche in vista del loro ruolo di madri.

L’evento sarà diviso in due sessioni e vedrà la partecipazione di relatrici e relatori internazionali, rappresentanti delle istituzioni, delle Nazioni Unite, della società civile e del settore privato.

Inoltre, ospiterà una sessione tecnica pomeridiana in cui si discuterà delle azioni da intraprendere per sostenere l’empowerment delle adolescenti, a partire dalla piattaforma messa a punto da WE – Women for EXPO.

Interverranno tra gli altri:

Claudio Tesauro, Presidente Save the Children Italia; Jasmine Whitbread, CEO di Save the Children International; Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza e vicepresidente della Commissione Europea e Presidente di WE – Women for EXPO; Maurizio Martina, Ministro italiano delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e Delegato per Expo 2015; Marta Dassù, Presidente Esecutivo di WE – Women for EXPO; Albina Assis Pereira Africano, Presidente dello Steering Committee di EXPO e Commissario Generale per il Padiglione Angola ad EXPO Milano 2015; Rose Sakala, studentessa del Malawi; Mary Shawa, Segretario Principale, Ministero delle Pari Opportunità, dei Bambini, della Disabilità e della Previdenza sociale del Governo del Malawi; Eleonora Rizzuto, Responsabile CSR (Corporate Social Responsibility) di Bulgari; Khalida Brohi, Fondatore e Direttore esecutivo della Sughar Empowerment Society, Pakistan.

Alla sessione pomeridiana parteciperanno: Daniele Timarco, Direttore dei Programmi internazionali ed advocacy di Save the Children Italia; Matthew Pickard, Direttore di Save the Children in Malawi; Lucia Dal Negro, Fondatore e Responsabile di Inclusive Business, Valutazione di impatto sociale e Design Thinking presso De-LAB; Francesco Branca, Direttore del Dipartimento di Nutrizione per la Salute e lo Sviluppo,Organizzazione Mondiale della Sanita’; Maria Grazia Panunzi, Presidente dell’ Associazione italiana donne per lo sviluppo, AIDOS; Patrizia Fracassi, Senior Nutrition Analyst and Strategy Advisor, SUN Movement Secretariat; Libor Stloukal, Policy Officer, Divisione per la protezione sociale, FAO; Francesco Rampa, responsabile del Programma di sicurezza alimentare e membro di European Centre for Development Policy Management, ECDPM; Alice Harding Shackelford, Rappresentante di UN Women in Malawi; Elena Avenati, Responsabile International Advocacy  & Policy di Save the Children Italia; Simona Seravesi, International Advocacy & Policy Advisor di Save the Children Italia.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

The Best Rent mette a disposizione gratuitamente appartamenti per medici e infermieri

 L’iniziativa di The Best Rent è in collaborazione con Alter-Area Domus, impresa che si occuperà …

Lascia un commento

Oppure