Home / Stile di vita universitario / ‘Nel nome dei Figli’ raggiunge quota 8000

‘Nel nome dei Figli’ raggiunge quota 8000

Prosegue il miracolo del libro sulla crisi della famiglia: un esempio unico di quello che può fare l’editoria indipendente.
“Nel nome dei Figli è una luce di conoscenza che illumina il buio delle aule dei tribunali, un faro di speranza per tutti coloro che credono nell’avvenire dei loro figli”, così la sen. Emanuela Baio, co-relatrice legge 54/06, ha definito questo libro straordinario.
“Nel nome dei Figli” è il primo romanzo/inchiesta italiano interamente ambientato nei meandri del Diritto di Famiglia. Il racconto intreccia oltre cento storie familiari raccolte in tutta Italia dall’Autore (Vittorio Vezzetti, medico pediatra varesino e responsabile scientifico dei Familiaristi Italiani oltre che della onlus Figlipersempre e della più importante associazione italiana di genitori separati: ADIANTUM) fornendone altresì una spiegazione giuridica, sociologica e scientifica con la leggerezza di un romanzo.
Per la sua grande valenza sociale il testo ha già ricevuto i patrocini ufficiali delle Province di Milano, Lecce, Foggia, Lucca, Arezzo, Brindisi, Trento e dei Comuni di Milano, Parma, Firenze, Udine, Alessandria, Lecce, Capannori, Arezzo, Sansepolcro, Trezzano, Luino, Vedano Olona, Canicattì, Oristano, Cagliari, Laveno Mombello, Besozzo, Invorio, Ostuni e tantissime lusinghiere recensioni.
In molte scuole del varesotto e del milanese è stato acquistato (e continua ad esserlo) come elemento formativo del corpo docente. Molteplici collaborazioni sono state avviate con importanti associazioni onlus che tutelano i disabili e combattono le situazioni di fragilità sociale attraverso vendite di beneficenza, conformemente allo scopo non lucrativo.
Anche il mondo cattolico, che ha visto nel testo un monito contro la talora troppo facile rottura della famiglia, ha aperto la sua porta al punto che la nuova edizione presenta la prefazione di Padre Silvio Ronca Docente di Teologia all’Università Cattolica di Milano. Questa si aggiunge alle prefazioni in esclusiva della sen. Baio (una delle paladine della legge 54/06) e della sen. Gallone (relatrice del D.d.l. 957 di riforma dell’affido condiviso). Malgrado tutto ciò e le vendite straordinarie il testo continua a rimanere fuori dei canali ufficiali, estraneo ai grossi circuiti distributivi dimostrando forse che la circolazione delle idee nel nostro Paese non è sempre completamente libera.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Arriva a Milano la più grande mostra museo dedicata a Nikola Tesla

Nikola Tesla Exhibition è la più grande mostra museo interattiva dedicata allo scienziato che si …

Lascia un commento

Oppure