Home / Stile di vita universitario / Iran: recita in un film e viene condannata a un anno di carcere e a 90 frustate

Iran: recita in un film e viene condannata a un anno di carcere e a 90 frustate

Un’attrice iraniana è stata severamente punita perché protagonista di un film che denuncia la mancanza di libertà a Theran.L’attrice Marzieh Vafamehr è stata rinchiusa in carcere per un anno ed è stata punita con 90 frustate. La sua colpa è stata quella di recitare nel film “My Teharan for sale”, che racconta la storia di una giovane artista, nella capitale dell’Iran, costretta alla clandestinità per il divieto sul teatro imposto dal suo paese. Ironia della sorte: ha cercato di esportare la libertà e ha trovato la prigionia.Pare che il film non avesse ricevuto l’autorizzazione per essere distribuito nella Repubblica islamica e che quindi fosse stato diffuso illegalmente. Per quanto riguarda la Vafamehr, attrice protagonista, era stata arrestata a luglio e rilasciata su pagamento di una cauzione.Un giornalista iraniano riferisce che la fustigazione è una novità nel paese in questi casi. Di solito, in Iran, viene frustato chi viene sorpreso a bere alcool e non chi è coinvolto in questioni di attività politica.
“Frustare le persone per aver insultato Ahmadinejad è uno shock senza precedenti.”, chiosa il giornalista.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Bergamo Scienza si terrà dal 5 al 20 ottobre 2019

Dal 5 al 20 ottobre torna la XVII edizione di BergamoScienza, il festival di divulgazione …

Lascia un commento

Oppure