Home / Università / Assegnata la Borsa di Merito di Pozzo di Miele a uno studente dell’Università di Camerino
Assegnata la Borsa di Merito di Pozzo di Miele

Assegnata la Borsa di Merito di Pozzo di Miele a uno studente dell’Università di Camerino

La Borsa di Merito Pozzo di Miele, istituita nel 2017 e intitolata a Lucio Antonelli, è stata consegnata nel corso di una cerimonia allo studente Vittorio Cipriani

Pozzo di Miele, Associazione degli ex dipendenti delle aziende Olivetti LRE (Laboratorio Ricerche Elettroniche), General Electric Information Systems, Honeywell Information Systems, Bull, Compuprint ha assegnato, nel corso di una cerimonia svoltasi il 4 giugno scorso presso la Scuola di Scienze e Tecnologie dell’Università di Camerino (www.unicam.it), una Borsa di Merito intitolata al Socio Fondatore Lucio Antonelli.

La Borsa, del valore di 1.000 euro, stabilita attraverso un accordo con l’Università di Camerino a favore di studenti meritevoli iscritti, per l’Anno Accademico 2017/2018, al II anno del corso di Laurea Magistrale in Computer Science (LM-18), è stata assegnata sulla base del miglior punteggio, secondo i requisiti del Bando.

Vittorio Cipriani, avendo ottenuto il miglior punteggio per tutti i requisiti previsti dal Bando, ha ricevuto l’attestato relativo alla Borsa di Merito e l’annesso assegno a mani del Presidente di Pozzo di Miele, Domenico Maletti in presenza del Prof. David Vitali – Direttore della Scuola di Scienze e Tecnologie dell’Università di Camerino, dei Prof. Andrea Polini e Maria Letizia Corradini e di Margherita Karlin, Vicepresidente di Pozzo di Miele.

«La decisione da parte dell’Associazione Pozzo di Miele di istituire questa Borsa di Merito presso la nostra Università – ha dichiarato David Vitali – ha costituito un importante stimolo per i nostri studenti, in particolare per Vittorio Cipriani, cui vanno i nostri complimenti avendo dimostrato particolare impegno e bravura nell’affrontare con profitto il suo corso di studi».

«Siamo lieti di ottemperare, ancora una volta, alla vocazione che ci contraddistingue e a uno dei motivi per cui è nata l’Associazione Pozzo di Miele – ha affermato Domenico Maletti, Presidente dell’Associazione –, cioè quello della diffusione della cultura informatica figlia dell’attività delle Aziende da cui siamo nati. Ripeteremo sicuramente l’esperienza cercando di estenderla anche alle Scuole Superiori e di continuare a premiare gli studenti che, come Vittorio Cipriani, dimostrino amore per la cultura e impegno costante e costruttivo nel loro percorso scolastico o accademico».

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Al via Social Impact Lab, per formare futuri imprenditori sociali

Al via Social Impact Lab, per formare futuri imprenditori sociali

Social Impact Lab è il nuovo programma – transfrontaliero e interregionale – di sviluppo per …

Lascia un commento

Oppure