Home / Spettacolo / Eurovision Song Contest, le prime prove di Ermal Meta e Fabrizio Moro
Ermal Meta e Fabrizio Moro durante le prove. Photo by: Andres Putting

Eurovision Song Contest, le prime prove di Ermal Meta e Fabrizio Moro

Sabato 12 maggio ci sarà la finale dell’Eurovision Song Contest, in diretta su RaiUno da Lisbona dalle 20.40, con il commento di Federico Russo e Serena Rossi.

L’Italia, rappresentata da Ermal Meta e Fabrizio Moro (in qualità di vincitori dell’ultimo Festival di Sanremo) è nei “big five”, cioè tra i paesi che accedono direttamente alla finale.

Canteranno, interamente in italiano, “Non mi avete fatto niente”, brano che conosciamo bene ormai. Il forte contenuto sociale è sottolineato dalla traduzione del testo in varie lingue. Non si tratta di sottotitoli ma di frasi tradotte che diventano parte integrante dell’esibizione così come si vedrà in tv.

Ermal e Fabrizio hanno già fatto diverse prove (due, con tre esibizioni l’una), l’impressione è che altri stati abbiano più show: i sottotitoli sono importanti per un brano come “Non mi avete fatto niente”, però altri cantanti hanno optato per soluzioni più marcate, non solo dal punto di vista grafico ma anche del look e dello spettacolo. D’altro canto, la carica emotiva con cui Fabrizio Moro ed Ermal Meta cantano, è superiore a quella degli altri paesi. Si tratta di scelte, vedremo quali premierà il pubblico. Ricordiamo che noi italiani non possiamo votare per il nostro paese.

Dopo le prove tutti si scambiano complimenti: di fatto, il brano di Israele “Toy”, interpretato da Netta, che era dato per favorito adesso se la gioca con diversi altri paesi.

L’Italia si esibirà nella seconda parte della finale. Divertenti i siparietti quando, al termine delle conferenze stampa di ogni singola nazione, è stato estratto l’ordine di esibizione: o meglio, ogni cantante doveva estrarre se esibirsi nella prima o nella seconda parte della finale. Nessuno voleva estrarre il biglietto (Ermal Meta ha lasciato fare a Fabrizio Moro), tutti volevano essere nella seconda parte. Quella preferita, più vicina al momento delle votazioni.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Radio Italia Live Il Concerto, il 16 giugno a Milano

Si rinnova l’appuntamento con un grande classico della musica dal vivo, un evento annuale gratuito …

Lascia un commento

Oppure