Home / Spettacolo / Eurovision Song Contest 2018: intervista a Ermal Meta e Fabrizio Moro
Fabrizio moro durante le prove di Eurovision Song Contest. Photo by: Andres Putting

Eurovision Song Contest 2018: intervista a Ermal Meta e Fabrizio Moro

Ermal Meta e Fabrizio Moro sono impegnati in questi giorni in numerose prove, come del resto tutti gli artisti presenti all’Eurovision Song Contest. E anche in tantissime interviste.

A loro abbiamo chiesto le prime impressioni su queste giornate intensissime ma anche appaganti e divertenti, e anche qualcosa sui loro prossimi concerti.

Ermal e Fabrizio si presentano scherzando, perché “Siamo arrivati a un punto di confusione e stanchezza che ormai la prendiamo così”, dice Fabrizio Moro. “Chi non sorride mai non è una persona seria, lo diceva Charlie Chaplin”, chiude Ermal Meta. Non si può che essere d’accordo e, battute e risate a parte, sia Ermal sia Fabrizio, come tutti gli altri artisti presenti a Eurovision Song Contest, sono professionali e disponibili a incontrare i media presenti. E sono davvero tanti.

Ermal Meta e Fabrizio Moro: l’intervista

Quali sono le vostre impressioni dopo le prove? Ormai ne avete fatte un po’.

F: “Sono molto buone”.

E: “Io non posso che dargli ragione”.

L’altra mattina in conferenza stampa tu Fabrizio hai accennato a un tour europeo.

“Stiamo preparando delle cose. Un tour europeo insieme, però, ancora no. Ci piacerebbe, ma è una cosa complicata da organizzare”.

Quindi stai organizzando delle date tue?

Sì.

Ermal, invece per te c’è il tour italiano. Altre date si aggiungeranno a quelle che hai già comunicato?

Io ho già fatto diverse date in giro per l’Europa e gli Stati Uniti l’anno scorso a novembre. Non è escluso che faccia un altro giretto internazionale, magari in Portogallo, paese dove non ho mai suonato. Vedremo, chissà.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

TIMVISION: si arricchisce l’offerta per i bambini

Accordo TIM e Warner Bros. Entertainment Italia. Da oggi su TIMVISION Braccio di Ferro, Scooby-Doo …

Lascia un commento

Oppure