Home / Spettacolo / Eurovision Song Contest 2018: intervista a Ermal Meta e Fabrizio Moro
Fabrizio moro durante le prove di Eurovision Song Contest. Photo by: Andres Putting

Eurovision Song Contest 2018: intervista a Ermal Meta e Fabrizio Moro

Ermal Meta e Fabrizio Moro sono impegnati in questi giorni in numerose prove, come del resto tutti gli artisti presenti all’Eurovision Song Contest. E anche in tantissime interviste.

A loro abbiamo chiesto le prime impressioni su queste giornate intensissime ma anche appaganti e divertenti, e anche qualcosa sui loro prossimi concerti.

Ermal e Fabrizio si presentano scherzando, perché “Siamo arrivati a un punto di confusione e stanchezza che ormai la prendiamo così”, dice Fabrizio Moro. “Chi non sorride mai non è una persona seria, lo diceva Charlie Chaplin”, chiude Ermal Meta. Non si può che essere d’accordo e, battute e risate a parte, sia Ermal sia Fabrizio, come tutti gli altri artisti presenti a Eurovision Song Contest, sono professionali e disponibili a incontrare i media presenti. E sono davvero tanti.

Ermal Meta e Fabrizio Moro: l’intervista

Quali sono le vostre impressioni dopo le prove? Ormai ne avete fatte un po’.

F: “Sono molto buone”.

E: “Io non posso che dargli ragione”.

L’altra mattina in conferenza stampa tu Fabrizio hai accennato a un tour europeo.

“Stiamo preparando delle cose. Un tour europeo insieme, però, ancora no. Ci piacerebbe, ma è una cosa complicata da organizzare”.

Quindi stai organizzando delle date tue?

Sì.

Ermal, invece per te c’è il tour italiano. Altre date si aggiungeranno a quelle che hai già comunicato?

Io ho già fatto diverse date in giro per l’Europa e gli Stati Uniti l’anno scorso a novembre. Non è escluso che faccia un altro giretto internazionale, magari in Portogallo, paese dove non ho mai suonato. Vedremo, chissà.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

“Gli Incredibili 2” in anteprima solo con Tinaba

“Gli Incredibili 2” in anteprima solo con Tinaba

L’anteprima de “Gli Incredibili 2” in esclusiva riservata per i clienti Tinaba il 16 settembre, …

Lascia un commento

Oppure