Home / Stile di vita universitario / E’ tempo di “Christmas girl” con i Carnaby

E’ tempo di “Christmas girl” con i Carnaby

Carnaby, un nome tipicamente inglese per una band italo-americana. Una band che ci fa sentire profumo di Natale con la sua “Christmas girl”.

Ma chi sono i Carnaby? I fratelli Joseph e Vincent Sandonato, italo-americani, Pietro Pelonero e Giuseppe Recalbuto; iniziano a suonare insieme in Sicilia nell’estate del 2010 ispirandosi al miglior pop-rock inglese, tra Beatles, Rolling Stones e Kinks. Durante questo periodo di attività live, in occasione della partecipazione a un festival per giovani band, incontrano il produttore Fortunato Zampaglione, che scommette su di loro e sul loro talento.

Intanto, nell’aprile 2016, i Carnaby si sono trasferiti in Gran Bretagna, a Bristol. Anche qui qualcuno si accorge di loro, tanto che i brani dei Carnaby sono trasmessi dalla prestigiosa BBC Radio. Nel gennaio 2017 Sugar Music sceglie di puntare su di loro. Oggi i Carnaby sono in studio per dedicarsi alla realizzazione di un album, che uscirà nei prossimi mesi con la produzione di Fortunato Zampaglione.

Però, facciamo un passo indietro e arricchiamo di un capitolo la storia del gruppo: siamo a Natale e i Carnaby hanno lanciato il brano “Christmas girl”. E’ una canzone che strizza l’occhio alle sonorità sixties dell’Inghilterra dei Beatles, che in questi giorni è riuscita ad attirare l’attenzione di diverse emittenti radiofoniche in Inghilterra, Stati Uniti, Canada, Australia e Giappone: questi sono paesi in cui i talenti italiani fanno fatica a farsi notare. E invece, “Christmas girl” ha rotto il ghiaccio, accendendo la curiosità degli addetti ai lavori.

Guarda il video di “Christmas girl” dei Carnaby, con la regia di Fortunato Zampaglione:

https://www.youtube.com/watch?v=bIOeiP8pghg

Potrebbe interessarti

Guarda anche

Piovono cover di “Rolls Royce” sul web

Piovono cover di “Rolls Royce” sul web

Tantissime le versioni di “Rolls Royce” che hanno invaso il web nelle ultime ore. A realizzarle …

Lascia un commento

Oppure