Home / Videos / I 9 tipi di single a San Valentino. Tu quale sei?

I 9 tipi di single a San Valentino. Tu quale sei?

La parola ad Edoardo Mecca & Bloovery, il Fiorista del 3°millennio

San Valentino, la festa degli innamorati. Ma come la vivono la giornata del 14 febbraio invece i single? L’attore web star Edoardo Mecca insieme a Bloovery – la Startup “sbocciata” in questi giorni come la prima APP che consente di acquistare e consegnare fiori grazie a un semplice smartphone – si sono impegnati nel catalogare tutti gli esemplari di single in base ai differenti stati d’animo solitamente manifestati in occasione della dolce ricorrenza: il “Romantico”, il “Nostalgico”, il “Disperato”, l’ ”Imprenditore”, il “Menefreghista”, l’ ”Anti consumismo”, il “Mai una gioia”, il “Playboy” e il “Tattico”.

Un video esilarante lungo 2 minuti e mezzo da guardare per provare a immedesimarsi in quale delle nove categorie individuate ci descrive di più, ora, o in passato, quando ci siam trovati a vivere il giorno di cupido in assenza dell’altra metà del cielo.

Dopo le recenti apparizioni in tv l’attore da oltre 5oo mila fan su facebook – Edoardo Mecca – firma un altro dei suoi celebri videoclip sull’onda del successo raccolto finora da un vasto pubblico e di tutte le età, che lo sta consacrando come una delle realtà più promettenti del Web.

Sempre in rete in questi giorni ha iniziato a farsi conoscere anche Bloovery, il fiorista 2.0, nuova soluzione di flower delivery da smarphone, che aiuta i clienti a comunicare meglio le loro emozioni con i fiori, in modo facile ed innovativo, con accesso in mobilità facile e veloce tramite app per iPhone e chatbot su Facebook , Messenger e sito web mobile.

Il servizio parte a San Valentino nell’area della città metropolitana di Milano e si espanderà progressivamente in tutta Italia nel corso del 2017.

Potrebbe interessarti

Guarda anche

On line il video “Soft robotics al servizio dell’uomo” sulle ricerche del Centro “Enrico Piaggio”

È il dodicesimo filmato della collana dell’Ateneo di Pisa “Raccontare la ricerca”

Lascia un commento

Oppure